logo logo title  

  Ricerche

 
 

[ Università Cattolica ]
[ Dipartimento di
Matematica e Fisica
]
[ Matematici a Brescia ]
[ INFM ]
 

Biofisica del trasporto ionico attraverso membrane biologiche

(Antonio Ballarin Denti)

Le condizioni fisico-chimiche dell'ambiente interno delle cellule di ogni organismo biologico vengono regolate mediante meccanismi di controllo dei flussi di ioni e molecole attraverso la membrana plasmatica. Tecniche fisiche quali l'impiego di traccianti radioattivi, misure dei potenziali elettrici, impiego di sensori molecolari ottici, microscopia confocale e risonanza magnetica nucleare permettono di caratterizzare i parametri posti alla base degli equilibri termodinamici e cinetici di tali flussi e quindi a fornire gli elementi per la comprensione dei fenomeni fisiologici.

Collaborazioni: Yale University (USA), Dept. of Cellular and Molecular Physiology.



Misura ed effetti di inquinanti atmosferici

(Antonio Ballarin Denti)

L'ozono troposferico è da qualche decennio in costante aumento per l'incremento delle emissioni dei suoi precursori. Oltre che all'uomo l'ozono è nocivo alla vegetazione e agli ecosistemi. La fisica ambientale fornisce tecniche e procedure computazionali per la misura delle concentrazioni anche in ambienti remoti, per il calcolo delle esposizioni per gli organismi biologici e per la modellizzazione dei trends a breve e lungo periodo.

Collaborazioni: Institute for Forests, Snow and Landscape, Switzerland; Pennsylvania State University (USA).



Gas climalteranti ed effetto serra

(Antonio Ballarin Denti)

La determinazione dei flussi di carbonio tra atmosfera e biosfera permette di stimare il bilancio globale della CO2 e dei relativi pozzi nel contesto dello studio dei cambiamenti climatici globali. Tecniche di fisica dell'atmosfera e fluidodinamica permettono la misura diretta dei flussi netti di carbonio, di energia e di altri gas che influenzano l'assorbimento di carbonio da parte degli ecosistemi.

Collaborazioni: Joint Research Centre di Ispra, Università della Tuscia



Meccanismi molecolari di azione dell'ozono in cellule vegetali

(Antonio Ballarin Denti)

La penetrazione e quindi gli effetti tossici prodotti dall'ozono nelle cellule degli organismi biologici sono mediati dagli equilibri fisico-chimici di questo inquinante nei compartimenti rappresentati dall'atmosfera, dall'ambiente intercellulare (fase liquida) e dai comparti interni della cellula. Ad ogni livello agiscono fattori fisici, chimici e biochimici in grado di interagire con i radicali prodotti dalla molecola dell'ozono. Tecniche biofisiche e biochimiche permettono lo studio dell'azione dell'inquinante e delle risposte difensive biologiche.

Collaborazioni: Università di Pisa, Università di Milano.